dannunzianate

E’ ormai noto che D’Annunzio adorava adottare ogni artifizio per salire nuovamente alla ribalta attraverso azioni autopropagandistiche, discorsi pubblici, scandali mondani e imprese ardite e singolari, dalla caduta a cavallo del d’Annunzio quindicenne, agli scandali mondani con Elvira Leoni, la denuncia per adulterio, la relazione con Eleonora Duse, il calendario nudo, le appassionate arringhe interventiste, il volo su Vienna, la beffa di Buccari, il volo dell’arcangelo, per non nominare tutte le leggende predisposte con tale maestria da far tuttora nel bene o nel male parlare di lui.

Di seguito sono invece riportate alcune fra le dannunzianate meno note e plateali ma comunque necessarie per descrivere la psicologia di un personaggio estrememente complesso.