Progetti legati a d’Annunzio

Progetti legati a d’Annunzio

SUSMEL

SUSMEL è una base dati che raccoglie l’archivio personale del giornalista e scrittore Duilio Susmel acquistato dalla biblioteca e riguardante la storia italiana del periodo fascista e della Repubblica di Salò.
Il progetto ha permesso di inventariare tutto l’archivio rendendone possibile la consultazione. La ricerca si presenta molto semplice: l’interrogazione avviene mediante una maschera che offre varie possibilità di ricerca, anche incrociata, per titolo del documento, per data, per parola chiave, ecc.
Appartiene al Fondo Susmel anche un archivio fotografico di circa tremila fotografie con parte delle quali è stato realizzato un CD-ROM che raccoglie le foto riguardanti gli anni giovanili di Mussolini fino alla Marcia su Roma.

(Progetto realizzato dalla Società SELECTA con il coordinamento di Marcella Pisano)

AR.I.EL. – ARCHIVIO DELLE RACCOLTE DANNUNZIANE IN FORMATO ELETTRONICO

AR.I.EL. è un sistema informatizzato per la ricerca dei dati descrittivi di alcune raccolte dannunziane possedute dalla Biblioteca.
E’ stato ideato per consentire l’individuazione dei documenti in sostituzione del catalogo cartaceo, utilizzando un formato che offre un gran numero di accessi alla notizia grazie alla scelta dei campi inseriti e alla possibilità di effettuare ricerche su molti di essi.
Il programma è strutturato in modo da individuare l’elemento in qualunque posizione all’interno del campo.

Le raccolte dannunziane comprese nella base dati AR.I.EL. sono:

  • Raccolta dannunziana Gentile
  • Carteggio D’annunzio – Calmann Lévy
  • Raccolta D’Annunzio – Treves
  • Autografi vari
  • Manoscritto Aux bons chevaliers…

Il tutto per un totale di oltre 2700 unità.

Il programma è aggiornabile con le descrizioni delle altre raccolte dannunziane.
E’ già prevista la possibilità di associare ad ogni notizia le immagini del documento descritto, delle fotografie, di alcuni oggetti che appartennero a D’Annunzio e di altro materiale iconografico.

(Progetto di Livia Martinoli per la Sezione manoscritti della Biblioteca realizzato dalla Società SELECTA)

MAR.T.E. – MARCHE TIPOGRAFICHE EDITORIALI

MAR.T.E. è un archivio incrementabile di immagini raffiguranti le marche tipografiche ed editoriali tratte da edizioni a stampa antiche.
L’immagine è contenuta in una scheda descrittiva, in cui si è ritenuto opportuno ripetere alcuni elementi della Gestione marche di SBN-Antico (descrizione; fino a cinque parole chiave tratte dalla descrizione; fino a tre citazioni standard riferite a repertori che riportano la marca; il MID o numero identificativo attribuito nell’archivio), con l’aggiunta del nome del tipografo o editore o libraio al quale appartiene o viene attribuita la marca e, desunti dalle pubblicazioni, luogo e date estreme in cui la marca è apparsa. Ultimo elemento sono le dimensioni espresse in mm, indispensabili poiché le immagini non riflettono le dimensioni reali delle marche. La ricerca è possibile partendo da uno o più di questi campi, anche combinandoli fra di loro.
La funzione Confronto marche permette di avere prospettate sullo schermo due immagini contemporaneamente, consentendo un’analisi puntuale nel caso di marche simili. Il nome del tipografo/editore/libraio risulta dal collegamento con la scheda relativa, in cui è registrato anche il VID (il codice identificativo del nome nella base dati SBN-Antico), ulteriore chiave di ricerca per individuarne la presenza o meno in MAR.T.E.
La Biblioteca nazionale centrale di Roma ha promosso la realizzazione dell’archivio MAR.T.E. per inserire le marche tratte da edizioni italiane del ‘600, in seguito all’avvio del progetto Seicento, che prevede la catalogazione di 30.000 edizioni del XVII secolo possedute dall’Istituto.

(Progetto di Marina Venier realizzato dalla società SELECTA)

UNA RETE PER GLI ARCHIVI LETTERARI DEL 900

Il progetto (nato dalla collaborazione fra la Biblioteca nazionale centrale di Roma e l’Istituto per gli studi di letteratura contemporanea presieduto da Mario Petrucciani) si prefigge lo scopo di fornire un luogo virtuale di incontro a tutti colore che in istituzioni pubbliche, fondazioni, oppure come privati, si occupano della gestione, della conservazione, della valorizzazione di archivi letterari del Novecento italiano.
Il sito WEB della Biblioteca nazionale ospita in “Una rete per gli archivi letterari del 900” i dati relativi ai manoscritti, documenti, carteggi e biblioteche d’autore posseduti dalle biblioteche e da altre istituzioni che si sono collegate al progetto.
Per ogni biblioteca è stata allestita una pagina che contiene tutte le notizie essenziali sui fondi novecenteschi oltre alle informazioni generali circa i referenti, gli orari e le modalità di consultazione; qualora l’istituto abbia una sua descrizione dei fondi on line si accede direttamente ad essa.
Il progetto è fornito di un motore di ricerca che consente il reperimento “trasversale” delle informazioni e il collegamento incrociato fra istituti.
Attualmente le informazioni raccolte riguardano circa 30 istituti, fra pubblici e privati, ma l’aggiornamento è quotidiano e il progetto si configura come un work-in-progress in costante ampliamento.

(Responsabile del progetto: Simonetta Buttò e Giuliana Zagra. Realizzazione: Logo 2000)