fiume

Fiume – gli “scalmanati” e il Sessantotto

Fiume – gli “scalmanati” e il Sessantotto

Ribelli, insofferenti, spiriti liberi. L’area degli “scalmanati” rispecchia l’anima più originale del fiumanesimo. Il fenomeno presenta una forte corrispondenza con le realtà artistiche e ideologiche coeve: il dadaismo negatore e soprattutto il futurismo politico, la cui vicenda s’intreccia con la storia dell’impresa proprio attraverso i percorsi di Marinetti. Sempre per rintracciare somiglianze e... »

il ho quel che ho donato d'annunzio

I motti del Vate

L’impresa di Fiume, i motti Dannunziani, le apparizioni pubbliche e il modo squillante, acuto e cristallino di arringare le folle rappresentano inconsapevolmente le prove generali degli strumenti propagandistici utilizzati per più di vent’anni dal regime. Ognora desto Motto che serviva a Poeta da sprone al suo lavoro letterario.Lo usò per i suoi ex libris accompagnato dall’immagi... »

d’Annunzio e Vicenza

I rapporti fra D’Annunzio e Vicenza si possono definire davvero fitti e ricchi di avvenimenti significativi. Il poeta solca le strade della città all’alba del secolo e la saluta con espressioni dolcissime, quali : << Vicenza la Bella>> , << la mia divina Vicenza >>, << la mia città diletta >>. Anche a distanza di anni, egli ricorda ancora la bellezza della Basil... »